Un movimento viene giudicato anche dallo stile di vita dei suoi componenti.
A tale scopo Forza Nuova invita i militanti ad adottare uno stile di vita conforme ai principi ed agli ideali che sono alla base del movimento.
In particolare è necessario che ogni forzanovista faccia propri alcuni consigli e regole di vita.

– Ama Dio, la tua patria, il tuo popolo e la tua famiglia. Dimentica te stesso, guardati da ogni vanagloria. Non sei in Forza Nuova per appagare alcun desiderio di affermazione personale ma per servire la nobile e suprema causa della ricostruzione nazionale: per la maggior gloria di Dio, per l’onore nostro e dei padri, per dare alla nostra patria ed al nostro popolo un futuro di giustizia e di grandezza.

 Cammina sempre sulla via dell’onore. Se commetti un atto disonorevole offendi Dio e macchi non solo te stesso, ma anche Forza Nuova, la tua famiglia ed il tuo popolo.

– Vivi il cameratismo in ogni circostanza. La suscettibilità è il peggiore nemico del cameratismo, l’umiltà è invece il suo migliore alleato. Nei rapporti con gli altri camerati può accadere di irritarsi, ma, in tal caso, hai il dovere di controllarti e di placare la tua rabbia, il cammino che attende Forza Nuova non è un avventura solitaria, ma una marcia comunitaria. Evita maldicenze, mormorazioni e gelosie tra camerati. Rifiutati di ascoltare insinuazioni sul conto dei tuoi camerati. Quando un camerata è assente non dire e non ascoltare nulla a suo riguardo che tu non gli abbia già detto o che non sia disposto a ripetergli in tutta chiarezza. Spesso uno sbaglia senza cattiva intenzione. Chi non ha mai sbagliato? Non stancarti mai di perdonare il tuo camerata che ha sbagliato, lo ha riconosciuto e con sincerità domanda il tuo perdono. Perdona sempre in cuor tuo. Se hai dei disaccordi, risolvili con il tuo camerata e quando ciò non è possibile, chiedi l’aiuto dei superiori e degli altri camerati. Chi non è pronto a passare sopra i torti subiti, veri o presunti, chi non tratta i suoi camerati con magnanimità è bene che non si definisca forzanovista.

– Sii umile, saggio e forte. Al fondo della natura umana esisterà sempre una componente deteriore, votata all’egoismo e preda delle passioni disordinate. Devi essere tanto umile da riconoscerlo, saggio da ricordarlo e forte per sostenere la necessaria lotta contro te stesso. Questa è la battaglia interiore, la più importante della tua vita perché ne va del tuo essere uomo. Per sostenere questa prova avrai talvolta bisogno dell’aiuto dei tuoi camerati, così come loro ne avranno del tuo. Non restare indifferente di fronte alle manchevolezze ed ai torti: se occorre riprendi, rimprovera ed esorta. Ma sempre con pazienza e serenità, avendo di mira l’onore della nostra causa e di Forza Nuova. Ed ancora sii umile, accettando senza plateali recriminazioni il ruolo che ti è stato assegnato e mostrandoti sempre pronto ad imparare da chi ne sa più di te.

 Lavora. Lavora in modo generoso, disciplinato, perseverante e silenzioso. Lavora per la maggior gloria di Dio, per il bene della tua famiglia, della nostra patria, di Forza Nuova. Impara a lavorare non per ricevere lodi e gratificazioni, ma per il solo fatto di doverlo fare. Unica gratificazione sia per te la consapevolezza di avere compiuto degnamente il tuo dovere. Sia per te un punto d’onore lavorare per la causa, e di farlo non solo con la mente e con le braccia ma anche con il cuore. Il lavoro ben fatto, disciplinato e discreto (senza clamori) è quello che da i frutti migliori, fa crescere Forza Nuova e purifica chi lo compie.
 Sii obbediente e rispettoso. Occupa degnamente il tuo posto e svolgi con sollecitudine e precisione il tuo dovere. Se qualche disposizione dei tuoi superiori dovesse contrastarti fallo notare loro, dopo attenta riflessione, con discrezione e rispetto. Rispetta i tuoi superiori, considera la loro responsabilità e aiutali con la tua disponibilità ed il tuo consiglio.

 Sii leale, prudente e coraggioso. Non mentire mai a te stesso e non tradire chi ha riposto in te la sua fiducia. Dichiara sempre le tue intenzioni e sii fedele alla parola data. Impara a discernere gli uomini e le situazioni, non essere impulsivo ma parla ed agisci sempre convenientemente e secondo verità e giustizia.
 Sii religioso. Conosci, ama e servi Iddio in spirito e verità, e tributa a Lui il culto e l’onore che Gli sono dovuti. Consideralo il primo anzi il solo: il resto è pura conseguenza. Da lui tutto quanto viene e a lui tutto torna. Prendi i mezzi soprannaturali (preghiera, sacramenti) necessari a vivere un’esistenza degna e votata ad un’eternità di gloria, e ricorda: senza l’aiuto celeste nulla di buono e di duraturo potrebbero realizzare i soli sforzi umani.

Vivi queste regole e consigli cogliendone soprattutto lo spirito e sforzati di realizzarli e dilatarli in ogni momento ed ambito della tua vita.
Il forzanovista deve essere l’uomo integro capace di suscitare ammirazione, infondere coraggio e dare speranza.

Nei momenti di scoramento e di stanchezza volgi il tuo pensiero alla causa della nostra lotta e ricorda che è stata una disciplina di vita, simile a quella fin qui tracciata, a fare la grandezza di Roma e della Cristianità romano-germanica.





Print Friendly