Primo piano

I negri hanno conservato la purezza razziale grazie alla scarsa affinità col lavarsi…

che

…I negri hanno conservato la purezza razziale grazie alla scarsa affinità col lavarsi.
Il negro è indolente e sognatore e spende il suo magro salario in frivolezze o alcool: l’europeo, ha una tradizione di lavoro e risparmio, che lo porta a migliorare sé stesso, anche indipendentemente dalle sue stesse aspirazioni individuali.
Noi faremo per i negri quello che i negri hanno fatto per la rivoluzione: niente…

Che Guevara
Diari della Motocicletta

Così la democrazia muore: per abuso di se stessa. E prima che nel sangue, nel ridicolo.

kabobo

In merito alle accuse che ci vengono rivolte dal Partito Democratico rispondiamo che l’ azione dimostrativa effettuata questa notte da Forza Nuova di fronte ad alcune sedi del partito é un’ azione che palesemente nulla ha di violento ed intimidatorio. Al contrario dal nostro punto di vista la violenza, é riscontrabile, piuttosto, negli ultimi episodi di cronaca e nei delitti ad opera di immigrati irregolari presenti nel nostro paese. Così come intimidatoria nei confronti di tutti gli italiani ci sembra la volontà del PD di volere a tutti i costi introdurre una legge che permetterebbe a milioni di stranieri di acquisire la cittadinanza italiana, di fronte al fallimento che un provvedimento di questo tipo sta già dimostrando se teniamo conto della attuale escalation di violenza e insicurezza sociale dovuta ai crimini commessi proprio dagli immigrati. Pertanto provvederemo a querelare chi in queste ore stà alzando i toni su una vicenda che nient’ altro rappresenta se non una protesta legittima e pacifica contro la linea politica intrapresa dal Governo e del PD in materia di immigrazione.

On. Roberto Fiore
FORZA NUOVA

Blitz di Forza Nuova a Milano e in tutta Italia

blitz ius soli
Questa notte decine di militanti forzanovisti, a Milano e in più di dieci capoluoghi di regione, da nord a sud, hanno effettuato blitz contro immigrazione e “ius soli” davanti alle sedi provinciali del Partito Democratico dove sono stati lasciati un piccone e una bandiera tricolore insanguinati. Questa iniziativa segue di qualche giorno l’inizio della campagna web del Movimento dal titolo “ L’immigrazione uccide, la classe politica è complice ”. I recenti fatti di cronaca, i continui stupri e uccisioni di cittadini italiani per mano di extracomunitari clandestini, il totale silenzio delle istituzioni sempre più vigliacche e sempre più complici e l’evidente razzismo nei confronti dei nostri compatrioti, sono solo alcuni dei motivi che hanno spinto i militanti forzanovisti a compiere l’azione in oggetto. Forza Nuova chiede le immediate dimissioni del ministro Kienge tanto loquace nell’enunciare il suo programma “ distruggi Italia” con l’introduzione dello ius soli, quanto taciturna dal non dire neanche un parola di pietà per i morti ammazzati nè una condanna per gli autori di questi delitti. Forza Nuova ribadisce la sua radicale contrarietà a qualsiasi tipo di società multietnica dove lo straniero ha solo doveri e non diritti e dove il cittadino italiano è considerato solo uno strumento da spremere con tasse usuraie. Il blitz di questa notte non è un punto di arrivo ma rappresenta l’inizio di una campagna di forte sensibilizzazione per l’opinione pubblica. Dopo che per anni, la classe politica ha raccontato agli italiani che gli immigrati erano necessari per l’economia, che erano necessari perché gli italiani non volevano fare più determinati lavori, che erano necessari perché rappresentavano il progresso, Forza Nuova grida ad alta voce senza paura che l’ immigrazione non è una ricchezza, che l’ immigrazione genera povertà tra gli italiani, che l’immigrazione uccide!

 

Milano, dopo i tre uccisi a picconate Forza nuova va all’attacco della Lega

forza-nuova-striscione_interna-nuova

Nella notte spuntano manifesti fuori dalle sedi del Carroccio: “Consegnateci Kabobo”. Azioni simili a Como e a Lodi. Così il partito di estrema destra contende la bandiera della “sicurezza” al partito guidato da Maroni, giudicato ormai troppo “morbido”

La strage di sabato scorso a Milano, che ha visto protagonista Mada Kabobo, il 31enne ghanese che ha ucciso a picconate tre passanti in zona Niguarda, mette uno di fronte all’altro Lega Nord eForza nuova, due movimenti che da portano avanti politiche anti-immigrazione. Il partito di estrema destra attacca i lumbard e lo fa in modo plateale. Nella notte, alcuni attivisti di Forza Nuova Lombardia hanno appeso davanti alle sedi di diverse sezioni della Lega striscioni con su scritto: “Consegnateci Kabobo”, oppure: “Bossi-Fini, condanna a morte per l’Italia”.

In pochi sembrano dar credito a questa iniziativa presso la sede nazionale della Lega in via Bellerio a Milano. Eppure anche qui, militanti Fn hanno appeso i loro striscioni provocatori (vedi foto). Non se n’è curato neppure Alessandro Morelli, capogruppo in consiglio comunale a Milano, il quale sostenendo che si tratta di gente interessata a guadagnare una facile visibilità, ammette però che “tutto questo fa suonare un importante campanello d’allarme. Questi saranno anche un gruppo isolato, ma se non c’è una possibilità democratica di manifestare le proprie idee, per esempio come fa la Lega, che all’interno delle istituzioni porta avanti un discorso a favore di un restringimento delle norme sull’immigrazione, le forze estremiste da piccole possono diventare grandi”.

Morelli sembra dar credito alle voci che parlano della diffusione a Milano di un certo malcontento per una mancanza di sicurezza, soprattutto nei quartieri periferici; qui, inoltre, negli ambienti più xenofobi ci si starebbe addirittura organizzando. Angelo Balletta, segretario cittadino di Forza Nuova, è tra i protagonisti delle affissioni abusive e provocatorie della scorsa notte. “In periferia – conferma – come a Gratosoglio, ma pure a Niguarda stesso o a Quarto Oggiaro, da dove veniva il giovane Daniele Carella, 21 anni, una delle vittime di Kabobo, il malcontento è forte. E qui c’è chi vuole auto-organizzarsi, anche se con questo non voglio dire che stiano nascendo delle squadre di persone disposte a farsi giustizia da sole, assolutamente no. È gente che semplicemente vuole proteggere i propri cari, e che a noi domanda un supporto, nel caso volessero vigilare sul loro quartiere o le loro case. E noi, naturalmente, ci dichiariamo disponibili”.

Secondo Balletta, “quelli della Lega dovrebbero farsi un esame di coscienza, visto che il loro governo non ha affatto risolto il problema immigrazione”. Ed è questo il senso degli striscioni appesi la notte scorsa un po’ in tutta la Lombardia. Ne sono apparsi presso la sede dei “padani” a Como, come pure a Lodi. A Pavia, invece, un grosso striscione con su scritto “Consegnateci Kabobo” è stato appeso fuori dalla sede cittadina di Sel.

di  | 16 maggio 2013, Il Fatto quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/16/milano-dopo-tre-uccisi-a-picconate-forza-nuova-va-allattacco-della-lega/596335/